Jordan Air 1 Mid Saldi

Le nostre Jordan Air 1 Mid più iconiche, compresi i modelli Jordan Air 1 Mid e molti altri acquistabili online. Acquista online da un'ampia selezione nel negozio Scarpe e borse.

Lo scarpino così come lo vediamo riassume tutte le caratterisitche di un prodotto votato all’attacco, alla velocità pura, ma anche al controllo e comfort; del resto i vari Robben, Suarez, Bale, sono giocatori si velocissimi, ma anche molto tecnici e potenti, che hanno nel dribling e nella capacità di saltare gli avversari in spazi ridotti una delle caratterisitche principali, Di certo questo tipo di tomaia sintetica dovrebbe permettere di avere sempre grande feeling con il pallone, in più la struttura delle X15 è molto regolare jordan air 1 mid e la superficie di calcio veramente ben distribuita, così da regalare anche grande compattezza nei tiri potenti..

Avrete notato una grande modifica, o implementazione, chiamatela come volete, Si perchè è (finalmente?!) spuntato un calzino, anche se il materiale e la funzione jordan air 1 mid sono molto lontani da quelli dei concorrenti made in Usa; infatti questa parte che si rialza dalla caviglia è in techfit ed è presente solo ed esclusivamente in alcune zone dello scarpino e non fa parte della tomaia stessa, come invece sappiamo essere per il Flyknit, Tutto questo per donare una calzata ancora più confortevole, ma senza essere particolarmente “invadente”, Certo, sarà davvero curioso capirle più a fondo..

Come per le ACE15, una delle cose più curiose di questo scarpino è assolutamente il piatto suola; si perchè questa storia della suola FG / AG ci incuriosisce molto, l’esigenza di oggi è di avere una trazione sempre ai massimi livello, di avere uno scarpino che non jordan air 1 mid deluda mai in nessuna condizione di terreno, ma addirittura avere una risposta anche su campi artificiali ci sembra assolutamente incredibile, Più concretamente, crediamo che ci siano due motivazioni di base: la prima riguarda la direzione che stanno prendendo gli impianti di gioco, sempre di più in sintetico e quindi molto spesso le sedute di allenamento sono su campi che richiedono una suola AG, poi c’è comunque l’esigenza di avere un prodotto comodo anche su campi in erba vera e duri, compatti, Si perchè la suola SG mista è ormai sistematicamente utilizzata nei giorni del “match”..

La disposizone resta quantomeno “curiosa”, a quanto pare i tacchetti più alti sono posizionati nelle zone di maggior “appoggio” dove si richiede sempre una spinta importante, mentre ci sono tacchetti di minori dimensioni e misure proprio per equilibrare la trazione su tutte le superfici. Niente male. Ci siamo poi divertiti a cercare di capire quale fosse la scarpa che più di ogni altra si avvicinasse alle nuove X15 nel recente passato di adidas, cercando e spulciando tra il recente passato dedicato alla velocità, ci siamo illuminati. Ecco il prodotto che secondo noi ha dato lo spunto decisivo ad adidas football, una delle F50 adizero in assoluto più amate nella versione sintetica.

Nike Hypervenom è stata una delle scarpe jordan air 1 mid più discusse e poi amate degli ultimi 24 mesi, Quello che un prodotto come questo ha portato nei campi di gioco è stato sicuramente qualcosa che fino a quel momento non si era ancora visto, nonostante tutte le grandi innovazioni che si sono “rivelate” successivamente, e che abbiamo testato ai nostri e vostri piedi, Ovviamente, da buoni consumatori, avevamo delle “pecche” che volevamo fossero migliorate e risolte, perchè se ti trovi bene con un prodotto, hai poi la pretesa che possa diventare perfetto in tutto, Chiedevamo troppo?.

Hypervenom è sempre stata impressionante per calzata e incredibile elasticità nella tomaia, che rendeva unico portare ogni atleta ad avere uno scarpino perfettamente modellato sul proprio piede. La pecca era sicuramente nella durata, perchè lo scarpino, nonostante una cura maniacale, ha sempre avuto problemi di durabilità e la tomaia si consumava davvero troppo facilmente. Le segnalazioni sono di sicuro arrivate a Nike, che infatti ha aggiornato il Nike Skin e la struttura della tomaia stessa, proprio per garantire una migliore performance, ma lavorando anche sulla robustezza della medesima.

Nello specifico, il nuovo Nike Skin (e per il momento ci soffermiamo sulla versione Phantom “alta”) non è più formata dalla tomaia porosa a “nido d’ape”, bensì ci troviamo di fronte ad un prodotto molto cambiato nella struttura, ma incredibilmente ancora più votato all’agilità, alla capacità di seguire i movimenti naturali del piede, inserendo la tecnologia Flyknit del Dynamic Fit Collar e, per non farsi mancare nulla, pure il Flywire lateralmente, così da regalare una calzata jordan air 1 mid unica..

Il nuovo Nike jordan air 1 mid Skin (che troviamo anche nella versione Phinish) è formato appunto da questa nuova versione di Flywire, che (come vi abbiamo già anticipato il giorno della presentazione), è stato inserito vedendo esattamente dove il piede si muoveva e creava “punti di rottura” facendo indossare delle calze imbevute di colore e facendo muovere l’atleta, Dove si formavano i segni bianchi ed il colore si interrompeva, era li che il piede si fletteva maggiormente e dove era giusto far lavorare il flywire, Segno evidente che nulla è lasciato al caso..